Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Giulietto Chiesa All'attenzione delle amiche,amici,compagne e compagni sardi

All'attenzione delle amiche,amici,compagne e compagni sardi

giulietto_chiesa.jpg
Bruxelles, 23/01/2008
Dopo il nostro incontro di Cagliari, per chi c'era, ecco la risultante.

 

 

La fine della presenza dei sommergibili nucleari americani ha lasciato purtroppo una impronta molto profonda. Mi sono basato sulle informazioni da voi ricevute e ho cercato di saperne di più. In effetti risulta che sono stati avanzati diversi progetti di costruzioni edilizie sull'area della - tra poco - ex base. I più numerosi concernenti costruzioni di hotel di lusso. Nonostante i dati da voi raccolti sullo stato ambientale in questione, e la denuncia di presenze allarmanti di radioattività nelle acque della zona.

Il Comune della Maddalena aveva approvato nei mesi scorsi 27 nuovi piani edilizi per l'arcipelago, senza che nessuna valutazione di impatto ambientale venisse effettuata. Per altro, va aggiunto, nessuna valutazione di impatto ambientale e sanitario venne fatta negli anni in cui la base ha funzionato e, molto probabilmente, inquinato.

Il che significa che, in tutti questi anni, le autorità italiane, civili e militari, nazionali e locali, non hanno ottemperato alle direttive comunitarie.

Se non si è ancora proceduto a nuove violazioni è solo perchè la Regione Sardegna ha deciso di bloccare i progetti di urbanizzazione, presumibilmente in attesa di meglio sapere come stanno le cose. Anche se non sono riuscito a sapere se la Regione abbia intrapreso studi per giungere alla valutazione di impatto ambientale. E' questione che sarà utile conoscere e attendo di sapere da voi qualche informazione aggiuntiva.

E' ovvio che ci si dovrà opporre a ogni decisione senza prima che le direttive europee siano eseguite con la massima precisione. Non si può conferire nessun permesso di edificabilità senza conoscere lo stato dei terreni e delle acque e senza avere avuto un'analisi della situazione sanitaria e epidemiologica. Dunque il problema non è cessato ma si è soltanto spostato nel tempo. Siate certi che sosterrò le vostre istanze e, nei limiti temporali del mio mandato parlamentare, le porterò all'attenzione delle istituzioni europee.

Un saluto cordiale a tutti coloro che si battono per la difesa del loro territorio.

Giulietto Chiesa