Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Giulietto Chiesa Il capitalismo globalizzato: dal dollaro al tunnel

Il capitalismo globalizzato: dal dollaro al tunnel

Indice
Il capitalismo globalizzato: dal dollaro al tunnel
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Tutte le pagine

giuliettto-chiesa1.jpg

di Giulietto Chiesa - 7 aprile 2009
Postille al vertice del G-20 di Londra, numero due di una serie che si annuncia lunga, ma anche travagliata. Queste hanno l’aria di essere le convulsioni del capitalismo globalizzato, quello che, secondo Giorgio Ruffolo, ha “i secoli contati”.

Solo che viene il dubbio a usare la parola “capitalismo”, perché quello che sta avendo le convulsioni non sembra neanche un lontano parente di quello di cui trattarono Adam Smith e Karl Marx. Che non c’è più.

In questo, nei guai, le leggi del mercato non regnano, e comunque, anche se a parole le si richiama, non funzionano. Se si sta nazionalizzando tutto è, per esempio, perché la mano invisibile del mercato non ha funzionato. Era, ed è, una struttura parossistica, e un po’ folle, basata su assunti palesemente falsi, a cominciare dal più assurdo di tutti, consistente nell’illusione di una crescita indefinita dell’economia e del profitto. Assurda come l’idea che un sistema finito di risorse, qual è il nostro pianeta, sia in grado di crescere indefinitamente in forma geometrica.
 
Queste convulsioni avvengono nel corso della nostra vita, la segneranno indelebilmente. Ci tocca, purtroppo, di assistervi in diretta lasciando da parte – per chi l’ha avuta - ogni nostalgia per i trionfi di quella globalizzazione che avremmo dovuto guardare con angoscia, se vi avessimo visto gli effetti mortali, per l’Uomo e per la Natura, che essa implicava.
L’avverbio “purtroppo” va usato perchè queste convulsioni ci minacciano. Minacciano i più deboli, che saranno i primi a pagarne gli effetti.
Le cifre fornite dalla Banca Mondiale dicono che, come conseguenza della depressione in corso,  “altri” 22 bambini  moriranno, in più, ogni ora, nel corso del 2009. Morti addizionali. Per soprammercato.