Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Lettere & Comunicati Il nuovo numero di Micromega

Il nuovo numero di Micromega

micromega3_08.jpg

 

E' in edicola il nuovo numero di MicroMega 3/08.
Sono due fascicoli al prezzo complessivo di 14 euro.

Nel primo volume un’analisi del disastroso risultato elettorale del 14 aprile con commenti, indicazioni e proposte di alcuni collaboratori della rivista fra i quali Lidia Ravera, Marco Travaglio, Michele Santoro, Paolo Flores d’Arcais, Pancho Pardi per tentare di ricostruire una sinistra possibile partendo da queste macerie elettorali. Il volume ospita inoltre un dialogo sul Sessantotto di due protagonisti dell’epoca Adam Michnik e Daniel Cohn-Bendit.
Il secondo è invece un ricchissimo Almanacco di Scienze con autori italiani e stranieri che non hanno bisogno di presentazioni. L’Almanacco si apre con un testo del più importante linguista dei nostri giorni, Noam Chomsky, che confronta, ridiscutendole, le basi della sua ricerca con il pensiero evoluzionistico.
Come nasce la fede? Ci può essere moralità senza Dio? Fede e scienza sono antitetiche? Queste solo alcune delle domande con le quali si misurano e alle quali tentano di rispondere il Premio Nobel per la Fisica, Steven Weinberg, l’astrofisico Lawrence Krauss e il neuroscienziato Vilayanur S. Ramachandran.
Edoardo Boncinelli spiega invece perché la teoria dell’evoluzione, che pur sul piano scientifico è solidissima, stenta tanto ad essere accettata e raccoglie tanti nemici specie fra chi, come ci racconta Telmo Pievani, si sente minacciato da Darwin e brandisce i “valori universali” contro il presunto nichilismo e relativismo.
Sulla progettazione e la modificazione degli organismi e i confini della scienza si confrontano Richard Dawkins, l’autore dell’Illusione di Dio, e il biologo-imprenditore J. Craig Venter.
Perché l’uomo ha bisogno di sovrannaturale, dipende dall’evoluzione, è forse un adattamento specifico con un vantaggio biologico per la specie? A questo risponde il testo del neuroscienziato Giorgio Vallortigara.
Inoltre un saggio inedito in Italia di Stephen J. Gould che parlando di Nabokov, il famosissimo autore di Lolita ma al contempo rigoroso classificatore di lepidotteri, rivendica la vicinanza fra attività scientifica e creazione artistica.

SOMMARIO

A PiU' VOCI
Paolo Flores d’Arcais, Marco Travaglio, Diego Bianchi, don Virginio Colmegna, Lidia Ravera, Marco Revelli, Pierfranco Pellizzetti, Alessandro Brescia, Stefano Rodotà, Luca Sofri, Furio Colombo, Michele Santoro, Alessandro Dal Lago, Pancho Pardi - L’opposizione necessaria

SCHERZO
Renzo Butazzi - L’ultimo comunista

DIALOGO
Adam Michnik, Daniel Cohn-Bendit - Marzo polacco, maggio parigino: libertà contro potere

ALMANACCO DI SCIENZE - SOMMARIO


SAGGIO
Noam Chomsky - Delle menti e del linguaggio

A PIÙ VOCI
Steven Weinberg, Lawrence Krauss, Vilayanur S. Ramachandran - Al di là della fede

ICEBERG 1 - Darwin sempre più attuale
Edoardo Boncinelli - I nemici (di Darwin) non finiscono mai
Andrea Pilastro - Sesso ed evoluzione

ICEBERG 2 - scienza e pseudoscienza
Telmo Pievani - Gli spacciatori dei valori
Mauro Dorato - L’ossessione dello ‘scientismo’
Chiara Ceci - Pseudoscienza in tv

DIALOGO

Richard Dawkins, Craig Venter (condotto da John Brockman) - La vita vista dai geni

ICEBERG 3 - Dio o Darwin?
Giorgio Vallortigara - L’evoluzione ha creato Dio (e non viceversa)
Gianfranco Biondi e Olga Rickards - Darwin senza papa

INEDITO

Stephen J. Gould - Nabokov, Lolita e le farfalle