Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Lettere & Comunicati Nuovo murales su Matteo Messina Denaro

Nuovo murales su Matteo Messina Denaro

maggiani-chelli1.jpg

Segue un ennesimo comunicato della nostra Associazione in risposta ad un altro “murales” che raffigura il boss Matteo Messina Denaro, condannato in Cassazione per la strage di Firenze del 27 Maggio 1993 e ancora oggi latitante. Non è la cattura del boss  di Trapani che il manifesto si prefigge, ma è possibile, attraverso non troppo velate minacce, si voglia ostentare l’immagine di un assassino ancora oggi in libertà, per perorare la richiesta di  benefici carcerari per coloro che insieme a Matteo Messina Denaro hanno massacrato bambini e ragazzi in via dei Georgofili.

Ancora una volta, onde evitare che altri come noi debbano piangere per una vita intera,  torniamo a chiedere una riapertura  significativa delle indagini sui “mandanti esterni alla mafia” per le stragi del 1993.
Torniamo altresì ad invitare lo Stato a far fronte ai suoi impegni verso di noi, saldando il debito delle cause civili da noi intraprese,  rispondendo così alla mafia che i beni gli saranno sempre confiscati , soprattutto per far fronte ai danni causati alle vittime di scellerate stragi eversive e terroristiche, messe in atto per sovvertire l’ordine democratico dello Stato, cambiando le leggi in favore di “cosa nostra” come si sta facendo da 15 anni a questa parte.

Cordiali saluti

Giovanna Maggiani Chelli
Associazione tra i familiari delle
Vittime della strage di via dei Georgofili