Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Lettere & Comunicati Ora di antimafia a scuola

Ora di antimafia a scuola

scuola-web.jpg

Associazione Culturale Gruppo Santo Cali’

Riposto ( CT )

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 

In collaborazione con :


ASAEC ( Ass. Antiestorsione di Catania )

RICCARDO ORIOLES

LEOLUCA ORLANDO

ITACA

CLAUDIO FAVA

ANTIMAFIA 2000                           

FUTURA ( Oss. Eur. Legal.e Questione Morale)

COOP. INGHERA

ASS. PEPPINO IMPASTATO CINISI

ASS. Antiracket Antiusura ( U. ALFINO )

DIPINGI LA PACE

I.D.I.S. ( I.T.N.-I.T.G.) Riposto

 

Coordinamento docenti referenti Educazione alla Legalità  Giarre Riposto


Il bisogno di PROGETTARE un piano di interventi efficaci nell’ambito scolastico  sul  tema dell’educazione alla legalità nasce dalla condizione di inadeguatezza della scuola rispetto a tale problematica, che, da qualche anno a questa parte,  molti operatori del settore avvertono.

 

E' necessario analizzare gli obiettivi, gli strumenti, i contenuti,  che una scuola  pienamente democratica  deve perseguire e utilizzare per la costruzione  di una  società  veramente civile. Una scuola, cioè, che sia in grado di attuare  strategie utili a garantire  tutte le occasioni di  crescita,  riflessione e operatività che oggi, spesso, sono affidate alle energie ed alle risorse di pochi tra gli addetti ai lavori: molte delle energie profuse si disperdono, purtroppo, in eccessivi e tortuosi percorsi burocratici.

“L’antimafia” a scuola non deve essere più ridotta ad una voce contabile e dispendiosa della progettualità scolastica, ma deve concretizzarsi in un efficace piano di  Crescita della coscienza sociale e civile degli alunni contro la criminalità e la mentalità mafiosa

Occorre conservare la memoria e la coscienza di ciò che ha significato e significa in Sicilia nel mondo la parola Mafia..

Negli anni ’80 parallelamente alle grandi stragi di mafia, ad esempio, la L.R. 51/80 in Sicilia ha consentito a tutte le scuole, anche le più periferiche, di progettare su tutti i fronti; il pullulare di tante iniziative ha prodotto una sorta di rivoluzione culturale, nelle scuole e fuori dalle scuole, di immensa portata. Dopo più di venti anni invece le risorse finanziarie assegnate alle scuole attraverso la LR. 20/99,(che incomprensibilmente ha soppiantato la L.R.51/80)  hanno ridotto drasticamente le possibilità di un intervento serio, concreto e operativo da parte degli addetti ai lavori.E’ triste e duro ribadirlo, ma è anche doveroso!  Tutto ciò che non ha a che fare con la Legalità, ha a che fare con la mafia e con la mentalità mafiosa ad essa connessa,  con le radici dell’ignavia, dell’omertà, dell’indifferenza.

Chiediamo, pertanto, che venga affidata alle scuole la possibilità di operare seriamente su questo versante,  perché è indispensabile e  prioritario per la qualità del vivere civile.

L’ora di antimafia a scuola, dunque, nasce dal bisogno di affermare l’alto valore civile di tutto ciò che afferisce all’educazione alla legalità, ma va sicuramente oltre perché, nello specifico, sottrae “l’educazione alla legalità” al provvisorio della progettualità e, pertanto, alla precarietà degli interventi sul tema.

Con questa petizione si vuole rivendicare la centralità del pensar civile che deve trovare nella scuola la sua fucina ideale.

Hanno firmato la petizione anche Don Luigi Ciotti, Maria Falcone, Nando Dalla Chiesa, Francesco Forgione, Vincenzo Agostino, Tano Grasso, Pasquale Scimeca, Oliviero Diliberto, Margherita Asta, Sonia Alfano e tanti … tanti altri


Volantino esterno

Volantino interno

SOTTOSCRIZIONE PER LA ISTITUZIONE