Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Lettere & Comunicati Presentato libro Mani Pulite a Roma

Presentato libro Mani Pulite a Roma

gianni_barbacetto.jpgdi Melissa Videtta

Gianni Barbacetto, Peter Gomez e Marco Travaglio presentano il nuovo libro “Mani Sporche” insieme a Roberto Scarpinato Procuratore aggiunto Antimafia di Palermo e David Lane corrispondente del settimanale inglese “The Economist”.

Ore 20:00 arrivo al Teatro Quirino per assistere alla presentazione del libro “Mani Sporche” e già noto con piacere che c’è molta gente in fila che aspetta di entrare. Riflettendo con me stessa mi dico meravigliata: “che bello ci sono molti giovani!” Intanto continua ad arrivare sempre più gente che riempie non solo tutta la platea del teatro ma anche gli spalti sovrastanti. Gli autori si fanno attendere qualche minuto, ma appena si presentano parte un applauso caloroso. L’atmosfera è piacevole, la gente presente questa sera ha voglia di ascoltare! Il giornalista inglese del “The Economist” David Lane introduce i tre autori e commenta il libro come un lavoro splendido che racconta lo spaccato del nostro paese, che rende un grande servizio alla storia politica italiana. Lane, aggiunge con amarezza che, leggendo il libro mani pulite si entra a conoscenza di verità inquietanti, ovvero, l’abuso di potere e il mal governo dei politici che si alternano alla guida del nostro bel paese. Il giornalista inglese usa proprio la parola “DESOLANTE”! Da elogiare è l’intervento del procuratore antimafia di Palermo Roberto Scarpinato, che con eleganza e maestria descrive le radici storiche e culturali da cui ha avuto origine la mafia sia come fenomeno malavitoso che come forza di controllo politico. Scarpinato, descrive come questa longa manus abbia orchestrato, attraverso politici conniventi, leggi ad hoc e movimenti di capitali di dubbia origine. Invece, Gianni Barbacetto punta l’attenzione sulle varie scalate e acquisizioni operate da uomini facciata, che vengono manovrati da alcuni politici e da uomini che gestistocono l’economia italiana. Barbacetto, evidenzia come questi stessi politici hanno cercato e tuttora cercano di insabbiare e ostacolare le indagini della magistratura. Sconcertante e quasi surreale è stato sentire Peter Gomez raccontare alcuni degli episodi da lui riportati nel libro “Mani Sporche”, sembra il sogno visionario di un folle! Uno potrebbe contestare dicendo “no non è possibile che sia successo tutto questo e che ancora continui!” Eppure è proprio cosi! Quando la realtà è peggiore del più terribile degli incubi! Infine, Marco Travaglio fantastico oratore, sempre molto preparato, ha chiuso la conferenza con il suo intervento a dir poco esilarante! E’ riuscito con il suo humor tagliente a far ridere, paradossalmente, le persone in sala su argomenti e fatti che purtroppo fanno venire da piangere! Le descrizioni di Berlusconi e D’alema, ovviamente per restare par condicio, sono quelle che hanno scatenato più ilarità e scrosci di applausi. La serata si conclude alle undici di sera passate. Devo dire che il tempo è volato tanto ero presa ad ascoltare. L’intero auditorio mi è sembrato attento e molto partecipe a tutto quello che si detto. Credo, che come me, anche il resto della gente, siamo tornati a casa appesantiti dal gravoso fardello che l’Italia si porta dietro, eredità purtroppo donataci da una politica corrotta e truffaldina. Ma, siamo tornati a casa anche con una piccola luce di speranza, che le coscienze di molti si stanno risvegliando! C’è una parte di Italia che vuole il cambiamento vero e concreto! Io sono convinta del successo di questo grande libro scritto da Barbacetto, Gomez e Travaglio. I tre autori sono riusciti questa sera a fare del vero giornalismo, quello che non ha paura di dire la verità, si la pura e semplice verità sul nostro paese e su che ci governa.

Melissa Videtta