Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Lettere & Comunicati Chiediamo disposizioni piu' severe sul 41bis

Chiediamo disposizioni piu' severe sul 41bis

maggiani-chelli1.jpg

di Giovanna Maggiani Chelli - 27 gennaio 2009
L’ennesima revoca del carcere duro da parte di un Tribunale di sorveglianza, questa volta quello di Perugia ,nei confronti del soggetto Carmelo Latino, ci obbliga a ritornare su di un problema che non viene affrontato quello dell’applicazione, severa ma necessaria ,del “41 bis”.



I legali dei mafiosi sempre più convinti che il “carcere duro” non giovi ai loro assistiti, si rivolgono ai Tribunali di sorveglianza i quali in base ad una norma contraddittoria, cambiano il carcere duro dei mafiosi in carcere normale, da dove i criminali possono così tornare a dare ordini. Noi invece ,visto che in nome e per conto dell’annullamento e delle revoche del “41 bis” ai mafiosi rei di strage, abbiamo perso i figli, non siamo affatto convinti della bontà della norma che regola menta oggi il carcere duro e torniamo ad invocare una nuova legge per isolare all’interno del carcere i mafiosi dai carcerati comuni. Torniamo altresì  ad invocare l’ergastolo garantito per i mafiosi rei di strage che non collaborano con la giustizia. La nostra è una presa di posizione ad oltranza, fintanto che il Governo non provvederà ad emanare disposizioni più severe in fatto di 41 bis