Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Opinioni Bongiovanni: Ma lo Stato da che parte sta?

Bongiovanni: Ma lo Stato da che parte sta?

Indice
Bongiovanni: Ma lo Stato da che parte sta?
Pagina 2
Pagina 3
Tutte le pagine

racket-web.jpg


di Filippo Bongiovanni - 20 aprile 2009

INTERVENTO SU Legge 23.2.1999 n.44 Fondo di solidarietà per le vittime delle richieste estorsive e dell’usura e mutui ai sensi dell’art.14 della L.108/’96.
 


L’applicazione concreta della legge 23.2.1999 n.44 relativa al Fondo disolidarietà per le vittime delle richieste estorsive e dell’usura stada qualche tempo creando danni nella provincia di Siracusa per la qualedispongo di dati concreti ma, purtroppo, ritengo, data l’oggettivitàdei problemi, anche in altre province colpite dai tristi fenomeni dellaestorsione e della usura.
Il nostro legislatore ha emanato importantissime norme che potrebberodefinirsi il fiore all’occhiello dello Stato e di quanti sonoquotidianamente impegnati nella lotta all’usura, all’estorsione e adaltri fenomeni di violenza.
Ma ci siamo mai chiesti come di fatto la legge viene applicata daicompetenti uffici territoriali del Governo e dalla magistraturacompetente?
Chi, come me, ha la ventura di vivere il problema della usura e dellaestorsione dalla parte dei cittadini colpiti da tali fenomeni che hannoavuto il coraggio e la forza di denunziare quanto gli capitava,collaborando in modo fattivo ed estremamente positivo con le Forzedell’Ordine e la Magistratura, ha potuto constatare in prima personaquali sono le storture, le imprecisioni ed i problemi che la legge ponealle vittime della estorsione e della usura.
Voglio qui segnalarVi alcuni casi concreti che si sono verificati nei confronti di persone che quotidianamente assisto.
Primo problema:
La legge prevede che l’imprenditore (e non si comprende perché nonanche il privato cittadino) che ha collaborato all’arresto dell’usuraioo dell’estortore, denunziandolo o deponendo a suo carico, ha diritto aricevere un mutuo dallo Stato per  pagare i suoi debiti con creditoridiversi dall’usuraio e riprendere una nuova attività economica.
Innanzitutto il primo problema riguarda il fatto che tale provvidenza èdata solo all’imprenditore e solo se prosegue nell’attività di impresa.Il semplice cittadino, il dipendente, l’operaio, il professionista,vittime dell’usura non hanno diritto a niente. E dire che spesso lapersona semplice, non imprenditrice, pur avendo le stesse problematichedell’imprenditore ha meno mezzi e meno possibilità per riemergere!
Ma non basta. Vi siete mai chiesti quanti mesi trascorrono tra la datadella denunzia del fatto di usura e la materiale erogazione della sommarichiesta a titolo di mutuo?
La risposta ve la do io.