Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News Why Not: rigettato ricorso contro perquisizioni a Saladino.

Why Not: rigettato ricorso contro perquisizioni a Saladino.

tribunale-fumetto-web1.jpg

di Aaron Pettinari – 20 settembre
Catanzaro.
Le motivazioni della decisione del Tribunale della libertà di Catanzaro si conosceranno soltanto nei prossimi giorni.




Saladino è uno dei principali indagati della richiesta Why Not. L’avvocato Francesco Gambardella aveva chiesto di considerare il decreto di perquisizione e sequestro come nullo, sostenendo che non era configurabile il reato di corruzione elettorale contestato allo stesso Saladino. Se per l’accusa Saladino avrebbe infatti concesso, durante la campagna elettorale regionale del 2005, un contributo all’attuale Presidente della Regione, Agazio Loiero, secondo la difesa, all’epoca dei fatti, lo stesso Loiero “non era un pubblico ufficiale”. Ascoltata la tesi il Tdl (presieduto dal giudice Scuteri, come relatore Agnino e a latere Natale) ha quindi rigettato il ricorso rinviando ai prossimi giorni la pubblicazione delle motivazioni di tale decisione. L'avvocato di Saladino, Gambardella ha già annunciato un nuovo ricorso in Cassazione dopo la trasmissione della documentazione dei giudici del Riesame.