Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News A Palazzo Steri tanti gli applausi per Maniaci

A Palazzo Steri tanti gli applausi per Maniaci

pinomaniaci_web.jpg

di Dora Quaranta – 19 luglio 2008
Palermo.
Applauditissimo dal pubblico che ieri sera affollava Palazzo Steri Pino Maniaci, 55 anni, direttore di Telejato.


C’era anche Maniaci a riprendere con la sua telecamera i relatori della conferenza organizzata da “AntimafiaDuemila” “La nascita della seconda Repubblica sul sangue di Falcone e Borsellino”. Il folto pubblico che ieri gremiva la sala di Palazzo Steri ha voluto far sentire tutto il suo sostegno, applaudendo calorosamente in piedi, a Maniaci che dal 1999 tramite i microfoni dell’emittente televisiva Telejato denuncia i malaffari della mafia di Partinico e dintorni. Denunce coraggiose che gli sono costate diverse intimidazioni e il 30 gennaio un pestaggio da parte del figlio del boss Vito Vitale e da un complice. Giovedì scorso poi la sua Tipo grigia è stata cosparsa di benzina e data alle fiamme. <<Pino Maniaci non si arrende, Telejato non morirà con me>> ha detto con determinazione Maniaci.
A Telejato lavorano anche i due figli di Pino e un gruppo di collaboratori, fra cui Salvo Vitale amico di Peppino Impastato. Da febbraio Maniaci vive sotto tutela delle forze dell’ordine. Da alcune settimane giornalisti, simpatizzanti, membri delle istituzioni, ecc. si alternano a leggere il tg di Telejato per sostenere Pino. Anche il vicedirettore di “AntimafiaDuemila”, Lorenzo Baldo, ha preso parte all’iniziativa.