Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News "L'elettorato non si riconosce nei partiti"

"L'elettorato non si riconosce nei partiti"

rita-borsellino-web3.jpg

17 giugno 2008
Roma.
Queste le dichiarazioni di Rita Borsellino a commento della vittoria del Pdl alle amministrative siciliane che aggiunge: “Ormai prevale la sfiducia la sinistra rinuncia alle urne”.




"Alla gente qui non interessa più nulla, prevale la sfiducia, la consapevolezza che poco o nulla potrà cambiare fin quando i partiti resteranno così distanti, incapaci di ascoltare e dialogare. E la ribellione ormai si esprime così, col non voto". Rita Borsellino, che due anni fa si candidò alla Regione siciliana contro Cuffaro ottenendo il consenso del 43%, commenta così l’ultimo risultato elettorale. "C’è tutto un elettorato di centrosinistra talmente sfiduciato da rinunciare al voto. Dobbiamo capirne le ragioni e invertire il trend. Altrimenti è la fine e ciò accade perché non si riconosce nei partiti, in questi partiti di opposizione. Nei suoi uomini, spesso calati dall’alto. Ci sarà un perché se il Pd schiera una delle sue perdine di punta come la Finocchiaro alle regionali e raccoglie quel risultato (30%-ndr). L’attenuante è la poca esperienza e lo scarso radicamento di Pd e Sinistra arcobaleno, il loro sbandamento". E sul particolare delle ultime elezioni insiste: "Il paradigma sta tutto nel caso Catania. Nella città "nera" per eccellenza, dove il Pdl di Scapagnini ha lasciato macerie, tra dissesto finanziario e disastri amministrativi, il centrosinistra è stato capace di presentarsi con quattro candidature. Straperdendo. Una pura follia. Voglia di autodistruzione".