Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News Boss in allerta in vista delle elezioni

Boss in allerta in vista delle elezioni

schede-elettorali-web.jpg


di Marco Cappella - 13 aprile 2008

Roma. Il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria ha immediatamente allertato le procure di Reggio Calabria, Palermo e Napoli su un fermento verificatosi nelle carceri alla vigilia delle elezioni.

Boss della camorra e delle altre organizzazioni mafiose detenuti si sarebbero adoperati per individuare quei partiti politici favorevoli ad un alleggerimento del carcere duro. Attualmente però non vi sono indagati né sono stati aperti fascicoli per voto di scambio. Secondo fonti ufficiose il particolare fermento sarebbe stato registrato nel carcere milanese di Opera e in quello romano di Rebibbia dove, dal controllo della posta del detenuto al 41 bis Angelo Tornese della Sacra Corona Unita, sarebbe emerso un appello a votare per gli schieramenti politici in grado di adoperarsi contro il 41 bis. Intanto la Procura di Reggio Calabria continua ad indagare sull'italo-venezuelano Aldo Micciché al centro di una presunta compravendita di voti all'estero. Micciché sarà presto sentito dai magistrati per fare chiarezza se vi siano stati accordi con Marcello Dell'Utri che però non risulta indagato per la vicenda.