Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News ''Pluto'', Zummo, Sciume' e Bravetti. La banda del riciclaggio?

''Pluto'', Zummo, Sciume' e Bravetti. La banda del riciclaggio?

riciclaggio-denaro-web.jpg

Lo deciderà il Tribunale di Milano chiamato a decidere sul caso Arner Bank
di Anna Petrozzi - 16 ottobre 2010 -
VIDEO-INCHIESTA DI REPORT ALL'INTERNO!
Alla fine sarà il Tribunale di Milano a decidere se il trasferimento di 12.963.967 di euro, transitati sui conti Bynum, Bloomsville, Trailer e...


...investiti poi sul fondo Coleron per poi riposare al sicuro nel “The Pluto Investment Fund”, tutti conti attivi presso l’Arner Bank and Trust Limited di Nassau (Bahamas), sia il frutto di un abile mossa di riciclaggio di denaro con il fine specifico di farlo sparire da sotto il naso delle autorità che applicano le misure di prevenzione.
Infatti, secondo l’accusa, l’enorme cifra sarebbe di pertinenza di Francesco Zummo, costruttore palermitano, già indagato da Giovanni Falcone e già condannato per intestazione fittizia dei beni di Vito Ciancimino, il quale, d’accordo con il figlio Ignazio, anch’egli indagato, avrebbe acceso un conto presso la Arner Bank, sede di Milano, a nome della moglie Tiziana Macaluso per mettere al sicuro il denaro altrimenti passibile di sequestro.
La vicenda era emersa grazie ad una casuale intercettazione operata dalla Procura della Repubblica di Como nell’ambito di un’inchiesta sull’evasione fiscale in Svizzera durante la quale un funzionario, attenzionato dagli organi inquirenti, parlava al telefono con un soggetto palermitano che si faceva chiamare Moro. Era scattata quindi la collaborazione fra le due Procure che aveva portato all’identificazione  dei personaggi nascosti dietro i telefoni e i nomi fittizi.
Sono appunto Zummo, il signor Moro, Nicola Bravetti, ex presidente della banca Arner per la filiale di Milano e l’avvocato d’affari Paolo Sciumé che avrebbe presentato i due e fatti accordare nel proprio studio di Milano. E’ per questa ragione che il Gup Vittorio Anania ha accettato la richiesta della difesa e inviato gli atti nel capoluogo lombardo poiché, ha motivato, è qui che si sarebbe “radicata” la condotta illecita contestata agli imputati.
Le lunghe indagini condotte a Palermo dai sostituti Sara Micucci e Fernando Asaro, coordinati dall’aggiunto Antonio Ingroia, avevano ricostruito in particolare la consapevolezza dei soggetti coinvolti in merito alla necessità di occultare denaro di certa provenienza illecita che se non fosse stato per quella intercettazione riposerebbe in un conto super protetto alle Bahamas.
Del caso si era occupata anche la trasmissione televisiva Report inquadrando la vicenda Zummo, Bravetti, Sciumé in un’inchiesta a tutto campo sul sistema di riciclaggio di proventi illeciti tramite banche come la Arner, che vanta tra i suoi correntisti nomi di primo piano della finanza nazionale e internazionale, in testa a tutti il Premier Silvio Berlusconi, e avvocati all’apparenza insospettabili come Paolo Sciumé già più volte finito sotto accusa per reati simili.
La parola spetta ora a Milano.

VIDEO
Report - La Banca Dei Numeri Uno
di Paolo Mondani (15 novembre 2010)