Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News "Talpe": Borzacchelli condannato anche per tentata concussione

"Talpe": Borzacchelli condannato anche per tentata concussione

antonio-borzachelli_web.jpg

di Silvia Cordella - 4 aprile 2008
Palermo
. Precisazione dovuta dopo le notizie riportate dalle prime agenzie di stampa.

 

 


Il maresciallo dei carabinieri Antonio Borzacchelli è stato condannato a dieci anni di carcere e all’interdizione dai pubblici uffici dal giudice della seconda sezione penale di Palermo Antonio Prestipino per concussione tentata e consumata ai danni dell’ing. Michele Aiello e non solo per il secondo reato come erroneamente riportavano le prime agenzie di stampa. La tentata concussione si riferisce alle minacce che l’ex maresciallo, poi divenuto deputato all’Ars sotto il segno dell’Udc, aveva rivolto all’imprenditore pretendendo il 5 per cento delle quote sulle sue società. Il giudice ha confermato inoltre l’accusa di rivelazione di segreto d’ufficio in favore dell’ex Presidente della Sicilia Totò Cuffaro. L’assoluzione invece è scatta per tutte le altre richieste minori avvenute prima del dicembre 2000, quando cioè Aiello e Borzacchelli erano amici e condividevano passioni comuni come quella che riguardava la scalata imprenditoriale del manager di Bagheria dalle strade interpoderali alle cliniche oncologiche. 

L'articolo cui si riferisce la precisazione:Talpe: Borzachelli condannato a 10 anni