Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News Sciolto il consiglio comunale di Furnari

Sciolto il consiglio comunale di Furnari

aula-comune-web.jpg

di Dora Quaranta - 28 novembre 2009
Messina.
Il Consiglio dei Ministri ha deciso lo scioglimento del consiglio comunale di Furnari per infiltrazioni mafiose. Nella nota ufficiale resa nota al termine della riunione si legge che sono state accertate forme di condizionamento della vita amministrativa da parte della criminalità organizzata.



Il provvedimento è scaturito a seguito dell’operazione “Vivaio” dell’aprile 2008 che portò a 35 arresti di persone ritenute affiliate ai clan dei boss Tindaro Calabrese e Carmelo Bisognano che avevano messo le mani sugli affari della discarica di Mazarrà Sant’Andrea. Da una intercettazione telefonica sarebbe emerso il ruolo determinante del boss Calabrese nel portare alla vittoria il sindaco Salvatore Lopes.
Per 18 mesi il consiglio comunale di Furnari sarà retto da tre commissari prefettizi.