Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News Italia prima in Europa per consumo di cocaina

Italia prima in Europa per consumo di cocaina

droga-web.jpg

di Dora Quaranta - 6 novembre 2009
Milano
. Deteniamo un record tutt’altro che lusinghiero: quello del consumo di coca tra i paesi europei. A dirlo è l’Oedt, l’osservatorio europeo sulle droghe, con una relazione dettagliata pubblicata ieri. Siamo seguiti dalla Spagna, Gran Bretagna, Danimarca e Irlanda.



Ogni anno sono vendute in Italia 100 tonnellate di cocaina e il giro d’affari è di 30 miliardi di euro. Ogni giorno a Milano si consumano una media di 9,1 dosi di coca per mille abitanti, mentre a Londra il 6,9, Lugano 6,1, Latina 7,4, Cagliari 4,7, Varese 3,2. Negli scarichi di Milano finisce ogni giorno un chilo di cocaina, mentre il fine settimana un chilo e mezzo. “Siamo rimasti davvero sorpresi, non ce lo aspettavamo” hanno esclamato i ricercatori dell’istituto Mario Negri di Milano che hanno condotto le analisi sulle acque reflue di Milano, Londra, Lugano ed altre 4 città italiane. Il comandante provinciale dei carabinieri di Roma, Vittorio Tomasone, ha affermato che a Roma sono stati sequestrati dall’inizio dell’anno 333 chili di coca, a differenza dei 215 dello scorso anno.
In Italia è la Lombardia al vertice della classifica delle regioni per consumo di cocaina con il 3,4% delle persone fra i 15 ed i 64 anni che ne fanno uso; segue poi il Lazio con il 3,2%, il Piemonte con il 3%, la Liguria con il 2,6%. Stando all’ultima “Relazione annuale sullo stato della tossicodipendenza in Italia” i consumatori di cocaina nel nostro Paese sono un milione con un’età compresa dai 14 agli 80 anni. In realtà la cifra potrebbe benissimo essere il doppio se consideriamo che gli adulti a differenza dei giovani tendono a non ammettere l’assunzione di tale stupefacente. La coca in Italia ha provocato dal 1973 22 mila morti. Nell’Unione Europea sono 12 milioni le persone che consumano o hanno consumato cocaina. Negli ultimi anni la coca ha subito un drastico calo nei prezzi di vendita rendendo così possibile l’acquisto non più solo all’elite. 
In Europa la polvere bianca arriva dal Sudamerica sotto il controllo della ‘Ndrangheta calabrese che ne detiene il monopolio all’ingrosso. Ad occuparsi invece della vendita al dettaglio è la Camorra.