Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News 12 anni a Di Maggio

12 anni a Di Maggio

di-maggio-gaspare-web.jpg

di Dora Quaranta - 30 giugno 2009
Palermo.
Gaspare Di Maggio, figlio dell’anziano patriarca di Cinisi don Procopio, è stato ritenuto colpevole di associazione mafiosa dal gup Lorenzo Matassa che lo ha giudicato col rito abbreviato. La pena è di 12 anni di reclusione. I pm Vaccaro e Paci avevano chiesto per lui 15 anni.



La cattura di Gaspare Di Maggio risale a poco dopo quella dei boss Lo Piccolo. Nel covo di Giardinello è stato rinvenuto un vero e proprio carteggio tra Sandro Lo Piccolo e Di Maggio sotto forma di pizzini. Stando alle dichiarazioni dei pentiti Di Maggio avrebbe fatto parte, insieme a Damiano Mazzola, Francesco Briguglio e Vito Palazzolo,  degli uomini di fiducia dei Lo Piccolo a Cinisi. I pentiti Pulizzi e Briguglio hanno accusato Di Maggio di essere stato esecutore materiale dell’assassinio di Giuseppe D’Angelo, ucciso per errore al posto del boss di Tommaso Natale Benedetto Spatola.