Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News Rapporto Zoomafia della Lav: 3 miliardi guadagnano le mafie

Rapporto Zoomafia della Lav: 3 miliardi guadagnano le mafie

cani_in_gabbia_web.jpg

di Dora Quaranta – 22 giugno 2009
Roma. 
Tre miliardi di euro fatturano le mafie grazie alle corse clandestine dei cavalli, traffico illecito di fauna esotica protetta, di cuccioli di cani dall’est Europa, saccheggio del mare.  Lo rivela il rapporto Zoomafia 2009 della Lav, Lega anti vivisezione, presentato quest’oggi a Roma nel corso del convegno sul decennale dell’Osservatorio zoomafia.

 Un terzo del fatturato complessivo, pari a circa un miliardo di euro, è rappresentato dalle corse clandestine dei cavalli. Nel 2008 le forze dell’ordine hanno bloccato 16 corse clandestine, il doppio rispetto all’anno precedente, hanno denunciato 296 persone (261 nel 2007), sequestrati 147 cavalli (114 nel 2007), di cui molti sottoposti  a doping, 1 maneggio, 23 stalle e oltre 1.000 confezioni di farmaci e sostanze vietate. 100 mila capi di bestiame vengono rubati ogni anno, per un valore di 206 milioni di euro.
I cani importati illegalmente ogni anno dall’est e venduti a prezzi molto alti con falsi pedigree sono 500 mila. Il traffico illegale di fauna esotica protetta  frutta 500 milioni di euro l’anno. Solo nel gennaio 2008 all’aeroporto di Torino il nucleo operativo della Cites ha sequestrato 2 zanne d’avorio, 7 corna di cervo, un’iguana e un coccodrillo imbalsamati, 4 pelli di coccodrillo, 3 di varano e 2 di elefante, 28 pezzi di avorio lavorato. Il traffico di datteri di mare e ricci, l’uso di spadare, la pesca illegale frutta 300 milioni di euro l’anno.