Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News A Setola nuove accuse: strage con matrice terroristica e razzista

A Setola nuove accuse: strage con matrice terroristica e razzista

setola-giuseppe-web2.jpg

di Dora Quaranta - 17 giugno 2009
Caserta. Agenti della Mobile di Caserta hanno notificato lunedì mattina in carcere quattro ordinanze di custodia cautelare a Giuseppe Setola, capo dell’ala stragista dei Casalesi, Andrea Cirillo, Giovanni Letizia e Davide Granato, soggetti di spicco del clan. I quattro sono già detenuti per associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidio ed estorsione.


Ad emettere le ordinanze il Tribunale di Napoli su richiesta della Dda. Le nuove accuse per tutti sono di strage con l’aggravante della finalità terroristica e dell’odio razziale per la prima volta contestate a killer della Camorra. Le accuse si riferiscono a due episodi: il tentativo di omicidio di cinque nigeriani del 18 agosto del 2008 e la strage del 18 settembre dello stesso anno in cui rimasero uccisi sei ghanesi e un settimo gravemente ferito. Setola, secondo la ricostruzione degli inquirenti, aveva deciso di imporre alla comunità africana il pagamento del pizzo sul traffico di stupefacenti. Il pentito Oreste Spagnuolo ha raccontato che alla domanda di Granato rivolta a Setola, prima di sferrare il duro colpo del 18 settembre “E se ci sono donne e bambini che facciamo?”, il capoclan abbia risposto che “le donne dovevano essere uccise mentre se ci fossero stati dei bambini avremmo dovuto soprassedere”.
Il comportamento di Setola avrebbe condotto Spagnuolo a ritenere che fosse un razzista. In occasione di un altro agguato, alla notizia che era stata uccisa anche una persona in più Setola si sarebbe mostrato dispiaciuto, “ma solo dopo aver compreso che era un italiano” hanno detto i pentiti.


Strage di Castel Volturno, l'accusa è di terrorismo 
by SkyTg24