Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News Why Not: su Prodi si va verso l'archiviazione

Why Not: su Prodi si va verso l'archiviazione

prodi-romano-web.jpg


di Aaron Pettinari – 5 novembre 2008
Catanzaro
. Secondo quanto riportato oggi da La Stampa lo stralcio dell’inchiesta “Why Not” sul presunto abuso d’ufficio compiuto da Romano Prodi sta prendendo la via dell’archiviazione.



Il pm Pierpaolo Bruni, che proprio su Prodi stava avanzando i maggiori sospetti, è stato richiamato presso la procura di Crotone a causa della scarsità di magistrati. A questo punto l’inchiesta potrebbe chiudersi entro dicembre con il benestare dell’intero pool. L’indagine su Prodi riguarderebbe il filone d’inchiesta sui finanziamenti europei, destinati alla Calabria, ma poi dirottati ad altri. La pista porterebbe i fondi fino alla “loggia di San Marino”, anche grazie ad una serie di “depistaggi”. Sulla posizione dell’ex premier, si legge all’interno dell’articolo de La Stampa, ci sarebbe stato un lungo dibattito: «da un lato chi “tira” per l’archiviazione, dall’altro chi avanza un dubbio: che la posizione dell’ex premier possa
persino aggravarsi». «Il dissenso interno – prosegue l’articolo - era emerso a luglio, quando Bruni aveva chiesto d’essere sollevato dall’incarico, con una lettera durissimia: ‘Il gruppo di lavoro esiste solo formalmente, poiché soltanto lo scrivente, pressoché in esclusiva, negli ultimi mesi, ha posto in essere attività investigative e di impulso alle indagini’. Non solo. Aveva proposto di discutere il trasferimento dell’inchiesta alla procura di Salerno».