Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
News A Palermo torna il racket

A Palermo torna il racket

soldi-usura-web.jpg

di Dora Quaranta – 4 novembre 2008
Palermo
. Il racket torna a sferrare i suoi colpi. Dopo la cattura dei Lo Piccolo avvenuta il 5 novembre dello scorso anno è seguito un periodo di stasi nella riscossione del pizzo ai commercianti palermitani.




Ora purtroppo si stanno registrando preoccupanti segnali di una nuova ripresa del fenomeno delle estorsioni. E lo dicono chiaramente i più recenti episodi intimidatori ai danni di una pizzeria-polleria sita in via Sampolo e di un supermercato in via Amedeo d’Aosta nel centro di Brancaccio. Le notizie sono trapelate da poco nonostante la prima intimidazione, quella alla pizzeria, fosse avvenuta il 20 ottobre, mentre la seconda qualche settimana prima. Sia il titolare della pizzeria, un uomo di 43 anni, sia il responsabile del supermercato di Brancaccio hanno trovato l’attak nei lucchetti. Un evidente segnale di boss e picciotti. Gli inquirenti parlano di una riorganizzazione dei mafiosi che cercano di riprendere il controllo del territorio. Secondo il sostituto procuratore Gaetano Paci si tratta dell’opera di nuove leve <<ingaggiate dai boss detenuti per far fronte alle esigenze economiche della popolazione carceraria di Cosa Nostra>>.