Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Primo piano Caso De Magistris: solidarieta' a Gioacchino Genchi

Caso De Magistris: solidarieta' a Gioacchino Genchi

 

di Redazione - 13 marzo 2009
Proseguono gli attacchi contro Gioacchino Genchi. Il consulente delle procure e perito delle difese al centro dell’attenzione mediatica nell’ambito del cosiddetto “Caso De Magistris”, dal nome dell’ex pubblico ministero di Catanzaro trasferito di sede e funzione in seguito ad un provvedimento disciplinare del Csm privo di qualsiasi fondamento giuridico.


Così come è emerso dalle indagini condotte dai giudici di Salerno Apicella, Nuzzi e Verasani, anche loro costretti a subire la sua stessa sorte dopo la gogna mediatica seguita al decreto di perquisizione dello scorso 2 dicembre giudicato perfettamente legittimo dal Tribunale del Riesame di Salerno. L’unico organo giudiziario abilitato per legge a stabilire o meno la correttezza di quel documento.
Oggi la Procura di Roma ha disposto la perquisizione dell’abitazione-ufficio del consulente informatico Genchi – al momento in corso – nell’ambito dell’inchiesta in cui questi è indagato per abuso d’ufficio e violazione della privacy. E ciò nonostante gli accertamenti degli stessi giudici salernitani abbiamo fino ad ora dimostrato la sua assoluta correttezza nell’espletamento delle funzioni di consulente.
Ci chiediamo, con non poca preoccupazione, perché nessuno abbia ancora tenuto conto di quelle indagini, dalle quali emerge, così come lo stesso De Magistris ha dichiarato in alcune recenti interviste, l’esistenza di una nuova P2, pronta a bloccare le indagini dei magistrati quando queste raggiungono la sfera dei poteri forti.

Al dottor Gioacchino Genchi va tutta la solidarietà della redazione di ANTIMAFIADuemila