Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Giorgio Bongiovanni Berlusconi ride dei desaparecidos. Vergogna! - Appello per le parole offensive di Berlusconi sui desaparecidos

Berlusconi ride dei desaparecidos. Vergogna! - Appello per le parole offensive di Berlusconi sui desaparecidos

Indice
Berlusconi ride dei desaparecidos. Vergogna!
Appello per le parole offensive di Berlusconi sui desaparecidos
Noi madres ripudiamo le dichiarazioni di Berlusconi
Tutte le pagine


Appello per le parole offensive di Berlusconi sui desaparecidos

Noi firmatari di questo appello, come cittadini italiani  esprimiamo profondo sdegno per le parole inadeguate e offensive che il premier Silvio Berlusconi ha pronunciato nei confronti delle vittime della dittatura argentina.
La battuta : "erano belle giornate, li facevano scendere dagli aerei..." suona come un insulto alla memoria delle vittime  dei voli della morte, l'infame pratica dei militari argentini che gettavano nelle acque del Rio della Plata dagli aerei  in volo gli oppositori politici al loro regime ancora vivi e addormentati.
E' doveroso pertanto un atto di scuse formali da parte  del Governo italiano ai familiari di tutte le vittime della dittatura, che potrebbe concretizzarsi nella ratifica da parte dell'Italia della Convenzione internazionale per la protezione di tutte le persone dalle sparizione forzate.
 
Inviare le adesioni a:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.    inserendo il proprio nome
 
Primi firmatari:
 
Annalisa Melandri attivista per i diritti umani
Gennaro Carotenuto storico
Francesco Piccinini ricercatore
Antonio Mazzeo giornalista e saggista
Marina Beccuti Torino, giornalista sportiva
Rodolfo Ricci
Gabriele Andreozzi
Chiara Forneris
Claudio Giambelli Roma
Carmelo Sorbera QuiNews.it
Paolo Maccioni pubblicista

Guido Piccoli scrittore e giornalista
Giuseppe De Marzo portavoce ASud
Fabio Tripaldi
Calamita Walter Oscar, ex prigioniero politico italoargentino
Fabio Bovi, Torino
Tiziana Rossetti  cooperante - cittadina italiana
Pierluigi Paolillo, Comitato per la promozione del Libro Memoria del Buio,
Raffaele Nencini
Giuseppe Palermo Roma
Maria Laura Marescalchi
Miguel Angel Acosta(musicista)
Fabio Dossena
Caffè Basaglia (Circolo Arci)
Centro di animazione sociale e culturale delle comunità Torino
SUR Società Umane resistenti (Associazione Arci)Torino
Stefano Toppi – Roma
Ornella Terracini
Estela Julia Robledo ex prigioniera politica argentina
Sabrina Zabeo
Lino gambacorta, insegnante, Sesto F.no (FI)
Antonio Anaclerio, graphic designer, Milano
Olindo Ionta, ricercatore, antropologo
Luigi Dentis
Maurizio Bongioanni
Serafina Manna
Matteo Di Pietrantonio
Loreley Biagini
Paola Campanini
Jose Luis Pizarro
Consolata Galleani d'Agliano - educatrice Servizi Sociali – Torino
M. Cristina Acciarri
Maria Maira- già bibliotecaria – Genova
Daniel Pittuelliex detenuto politico argentinoPresidente del Centro Cultural Argentino di Torino
Giovanni Teofilo Chiarelli – Bologna
Pasquale Anaclerio militante dellla Sinistra democratica