Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Salvatore Borsellino Memoriali di Vincenzo Calcara

Memoriali di Vincenzo Calcara

Indice
Memoriali di Vincenzo Calcara
Pagina 2
Tutte le pagine

salvatore-borsellino.jpg

di Salvatore Borsellino e Federico Elmetti - 18 settembre 2008
A circa tre mesi e mezzo di distanza dal 30 Maggio 2008, giorno in cui pubblicai la prima parte dei memoriali di Vincenzo Calcara, che in questo periodo hanno realizzato in totale più di 34.000 accessi, li ripubblico sotto altra veste grazie alla preziosa collaborazione di Federico Elmetti, un ricercatore italiano che vive a Bruxelles


Di Federico voglio anche riportare la mail che mi scrisse quando venne in contatto con me per la prima volta:

Caro Salvatore,
mi chiamo Federico e sono un ricercatore in fisica che vive a Bruxelles.
Spero possa prendermi la licenza di darti del "tu", perchè in qualche modo mi sento vicinissimo a te e alla battaglia che stai portando avanti in prima persona.
Quando è morto tuo fratello avevo poco più di dodici anni e, essendo bambino, il rumore delle bombe era solo un'eco lontana. Ero scosso sì,
ma certamente non potevo capire. Poi ho iniziato a leggere e a documentarmi. E più leggevo, più cresceva in me la curiosità di sapere e conoscere la verità su fatti che hanno segnato la storia dell'Italia.
Lo sdegno nel vedere passeggiare in parlamento personaggi condannati per collusione con la mafia e per i reati più disparati, l'amarezza di assistere impotente all'usurpazione delle istituzioni democratiche, per cui tuo fratello ha dato la vita, da parte di gente spudoratamente senza vergogna mi ha spinto ad aprire il mese scorso un blog (http://verraungiorno.blogspot.com).
Ho cominciato quindi a navigare e, saltando di blog in blog, sono capitato sul tuo, così come quello di Benny Calasanzio.
Sono rimasto sconvolto quando pochi giorni fa ho visto che avevi deciso di pubblicare i memoriali del pentito Vincenzo Calcara.
Sconvolto perchè contengono verità inquietanti e sconvolto perchè, se sei stato costretto a pubblicare certe cose su un blog, significa che nessun organo di informazione, nè tanto meno di giustizia, se la sono sentiti di dar seguito a certe testimonianze.
Credo che questo sia inaccettabile. Qui c'è in ballo l'onore stesso dello Stato italiano. Qui c'è in ballo la Storia dell'Italia.
Nel mio piccolo quindi, come tanti altri ho visto con piacere hanno fatto, ho deciso di pubblicare anch'io sul mio blog questi memoriali.
Credo che ti farà piacere sapere che in pochi giorni le visite si sono quintuplicate, segno che la gente ha fame di verità e aspetta solo che qualcuno gliela dica.
Così per gioco, mi sono messo anche a tradurli in inglese perchè volevo che anche la mia ragazza, che è peruviana ma vive negli USA, li potesse leggere e comprendere.
Poi, mi è venuta un'idea. Se è vero che i giornali italiani non accetteranno mai di pubblicare certe cose, è anche vero che all'estero (penso alla Spagna, penso all'America ecc...) sarebbero i primi ad interessarsi.
Ogni giorno, sul New York Times o su El Pais, leggo articoli di denuncia sulla condotta del governo italiano, articoli forti e netti che è impossibile sperare che appaiano in Italia.
La mia proposta allora è questa: perchè non pensare di tradurre tutti i memoriali di Calcara in inglese (o spagnolo) e sottoporli a qualche
importante quotidiano straniero? Se lo scopo è quello di far conoscere a più gente possibile queste scomode verità, credo che questo potrebbe essere un buon modo per avere una cassa di risonanza addirittura a livello internazionale.
Ho appena scritto a Benny proponendogli la stessa cosa. Lui mi ha subito risposto dicendosi entusiasta dell'idea e mi ha consigliato di scrivere direttamente a te.
Ti allego la traduzione che ho fatto. Ho cercato di essere il più letterale possibile e aderente al testo. Se ti sembra che la cosa sia fattibile e possa avere un senso, potrò in futuro dedicare altro tempo libero alla traduzione dei memoriali. E' solo un modo per tentare, nel mio piccolo, di essere d'aiuto.
Perdonami per il tempo che ti ho rubato, un abbraccio
Federico Elmetti

Insieme a lui voglio ringraziare un'altra persona, Stefano Rossi, che, per primo aveva avuto la stessa idea e si era offerto di fare la traduzione dei memoriali. Mi aveva anche preparato la seguente bozza da inviare ad un giornalista del NY Time

Dear Ian Fisher,
i'm writing this letter to let you know something about mafia, Vatican and also corrupted italian governement.
I'll try to explain my aim.
First of all, you have to call a good interpreter to read these documents.
I have the reveletions of an italian "pentito di mafia" Vincenzo Calcara. He shared with Paolo Borsellino (the italian judge killed by Cosa Nostra) his knowledge about relationships between mafia, state and Vatican.
He also was the one called to kill Paolo Borsellino, but Mafia decided to blow him with TNT. When Vincenzo Calcara started to collaborate with the judge he gave him a dangerous knowledge.
Paolo Borsellino wrote Calcara's thoughts and revelations on a "RED AGENDA", that the judge brought in a handbag.
When Paolo Borsellino was killed a policeman stole the handbag and took the red agenda. Then he put the empty handbag again on the crime scene.
Now Calcara has decided to share his knowledge with Paolo Borsellino's brother Salvatore.
I'm writing you because we have to support these Heroes. We can't put the truth in the desert!
Please read these documents and made an article with them.
Help us