Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
AD commenta Disobbedienza civile contro il ddl intercettazioni

Disobbedienza civile contro il ddl intercettazioni

redazionecommenti.jpg

di Redazione - 15 giugno 2008
Tutta la redazione di ANTIMAFIADuemila, a partire dal suo direttore Giorgio Bongiovanni, aderisce pienamente e con convinzione all'appello di Marco Travaglio a non cedere al ricatto subdolo e indecente a cui questo governo, con la recente approvazione del ddl sulle intercettazioni, vorrebbe piegare la stampa libera.


Non abbiamo nessuna intenzione di adattare lo spirito di servizio con cui facciamo il nostro lavoro ai dettami di un regime talmente insidioso da mascherarsi con il volto ipocrita di una democrazia che invece si fa sempre più simile alle tante dittature che hanno represso le voci libere con la violenza. Non intendiamo rinunciare al nostro ruolo, per quanto piccolo possa essere, di garanti del sacrosanto diritto di tutti i cittadini di conoscere i fatti in qualsiasi momento riteniamo sia meglio per la libertà del loro e del nostro pensiero. Per tanto ci uniamo con forza a questa chiamata alla disobbedienza civile sperando che le associazioni di categoria si schierino compatte in questa battaglia.