Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Giustizia in Italia Fortugno: per pm pentiti credibili e alibi mandante non valido

Fortugno: per pm pentiti credibili e alibi mandante non valido

E-mail Stampa PDF

fortugno-francesco-web0.jpg

25 febbraio 2011
Reggio Calabria.
Si concluderà il 23 marzo prossimo la fase dibattimentale nel processo in corso...
   




...davanti ai giudici della Corte d'assise d'appello di Reggio Calabria, per l'omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, Franco Fortugno. Subito dopo, probabilmente il giorno stesso, la Corte entrerà in camera di consiglio per la sentenza. Lo ha deciso la Corte a conclusione di una mattina dedicata alla replica del sostituto procuratore generale, Mario Andrigo, e agli interventi della difesa, rappresentata dagli avvocati Managò, Minniti, Menotti Ferrari, e Scarfò. L'accusa (era anche presente il sostituto procuratore generale Fulvio Rizzo) ha ribadito gli orientamenti emersi nel primo grado di giudizio, sfociati nella condanna all'ergastolo di Alessandro e Giuseppe Marcianò, padre e figlio, ritenuti i mandanti dell'omicidio dell'esponente politico, di Salvatore Ritorto,che sarebbe stato l'esecutore materiale, e Domenico Audino. Andrigo ha ribadito la validità delle deposizioni dei pentiti Bruno Piccolo e Domenico Novella, delle intercettazioni ambientali e telefoniche, ed ha contestato la validità dell'alibi presentato dalla difesa di Giuseppe Marcianò secondo cui l'uomo non poteva essere a Locri al momento dell'agguato a Fortugno, perchè con la famiglia si era recato in un centro commerciale distante alcuni chilometri dal luogo dell'agguato.

ANSA