Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Inchieste Ustica: inchiesta bis, in procura Roma sentito Rino Formica

Ustica: inchiesta bis, in procura Roma sentito Rino Formica

E-mail Stampa PDF

strage-ustica-web2.jpg

15 aprile 2011
Roma.
L'ex ministro dei Trasporti, Rino Formica, è stato sentito oggi in procura a Roma per circa due ore come persona informata sui fatti...





...in relazione all'inchiesta bis sulla vicenda di Ustica. L'ex esponente socialista ricopriva la carica di ministro dei Trasporti il 27 giugno 1980 quando precipitò in mare il DC9 dell'Itavia. A convocarlo a piazzale Clodio sono stati il procuratore aggiunto Maria Monteleone e il pm Erminio Amelio, titolari del procedimento. Al termine dell'audizione gli inquirenti si sono limitati a dire che il colloquio è stato «abbastanza utile e chiarificatore». Motivo della convocazione dell'ex ministro è una intervista da lui rilasciata lo scorso anno al Corriere della Sera in occasione del trentennale della strage. Al quotidiano, Formica raccontò che fu il generale Saverio Rana, allora presidente del Registro Aeronautico italiano, a sostenere che il Dc9 poteva essere stato colpito da un missile. Al riguardo, l'ex ministro disse: «Sto alle osservazioni di Cossiga. Ha detto: i francesi». Nel 2008, fu l'ex presidente della Repubblica ad attribuire l'abbattimento del velivolo dell'Itavia a un missile sparato da un mirage francese. Il Dc9 si trovò in prossimità di un aereo su cui volava il presidente libico Muammar Gheddafi. La procura, intanto, è in attesa di conoscere gli esiti delle quattro rogatorie internazionali partite lo scorso anno nei confronti di Stati Uniti, Francia, Belgio e Germania. «Siamo riusciti - affermano fonti della Procura - ad apprendere qualche elemento in più rispetto a prima ma è ancora presto per trarre le conclusioni».

ANSA