Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Economia e Finanza Crisi e crimine, e' il declino americano

Crisi e crimine, e' il declino americano

E-mail Stampa PDF

bandiera-statua-liberta-web.jpg


di Pietro Del Re - 21 novembre 2008

L'allarme degli 007 Usa: ''Durera' 20 anni". Europa invasa dalle mafie
Il declino americano sarà più lungo del previsto. L´Indonesia diventerà, assieme a Cina e India, una potenza geostrategica di massima importanza.




E un non meglio definito paese dell´Est europeo potrebbe finire tra le grinfie della criminalità organizzata. Questo, in breve, è quanto emerge da un rapporto dei servizi segreti statunitensi che delinea gli scenari globali previsti nei prossimi anni. Lo studio denominato "Global Trends 2025", reso noto ieri a Washington, è stato messo a punto dal National intelligence council, il centro di ricerca cui fanno capo le varie agenzie federali americane. La precedente edizione, diffusa nel 2004, disegnava con altrettanta verosimiglianza, gli scenari fino al 2020.
Anzitutto, le questioni interne, che gli analisti vaticinano nerissime. L´America, sostengono, va incontro a un declino del proprio peso politico e a una restrizione di quello economico nell´arco dei prossimi 20 anni. Secondo il rapporto, l´attuale crisi di Wall Street è solo il segnale d´inizio di una riorganizzazione globale dell´economia che avrà effetti sul dollaro, sul sistema finanziario americano e sul peso politico di Washington nel mondo.
Le previsioni indicano anche che l´importanza geostrategica di Cina e India crescerà al punto da porre queste due nazioni allo stesso livello degli Stati Uniti: tra breve, saranno loro tre insieme a competere e a governare un mondo multipolare. Tra gli stati in crescita ci sono quelli musulmani esterni al Medio Oriente, quali la Turchia e, soprattutto, l´Indonesia.
Che cosa succederà nel Vecchio continente? Il pronostico più inquietante degli esperti della Cia riguarda l´Europa orientale o centrale, dove entro il 2025 un paese potrebbe finire sotto il controllo del crimine organizzato. Una mafia al potere che dalla Russia, dicono gli 007 americani, si estenderà verso occidente.
Quanto alla Russia, il "Global Trends 2025" gli attribuisce un possibile aumento delle ricchezze economiche come conseguenza del riscaldamento globale. L´effetto serra potrebbe rendere più facile l´accesso alle aree per la trivellazione petrolifera e di gas nel nord del paese. Ma la corruzione potrebbe frenare la crescita di Mosca.
Il rapporto mette in guardia sulla possibilità che aumentino, entro il 2025, guerre legate a energia, cibo e acqua. E vede l´Iran come un attore centrale nel nuovo ordine mondiale.
 
Tratto da: la Repubblica