Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Mafia eventi Calabria 'Ndrangheta: ordigno in procura, ennesima minaccia a pm Lombardo

'Ndrangheta: ordigno in procura, ennesima minaccia a pm Lombardo

E-mail Stampa PDF
4 ottobre 2011
Reggio Calabria.
Il pm della Dda di Reggio Calabria Giuseppe Lombardo, una foto del quale è stata trovata accanto all'ordigno lasciato oggi nel parcheggio esterno...
   
...della Procura reggina, già in passato ha subito pesanti minacce.
Il primo marzo scorzo una busta con dentro un proiettile di mitra kalashnikov indirizzata al magistrato era stata intercettata nel centro di smistamento della posta di Lamezia Terme. In precedenza Lombardo aveva già ricevuto due buste contenenti proiettili. Il 25 gennaio del 2010 si trattava di una cartuccia caricata a pallettoni ed il 17 maggio successivo, oltre al proiettile, nella missiva c'era un messaggio di minacce. Lombardo è impegnato in numerosi processi contro la 'ndrangheta e si occupa, in particolare delle cosche della città di Reggio. Proprio venerdì scorso, Lombardo ha chiesto 18 condanne a pene variabili dai 6 ai 28 anni nei confronti di altrettanti presunti affiliati alle cosche di Reggio imputati nel processo con rito abbreviato scaturito dall'operazione Meta. L'inchiesta Meta ha messo in luce i nuovi equilibri tra le cosche della 'ndrangheta che negli anni '80 avevano insanguinato Reggio Calabria dopo l'uccisione del boss Paolo De Stefano con l'accordo tra le cosche Condello-Imerti, da una parte, e De Stefano-Tegano-Libri, dall'altra, per spartirsi i proventi delle attività illecite, in particolare estorsioni, usura e accaparramento di appalti pubblici.

ANSA



Al coraggioso pm Giuseppe Lombardo, già oggetto di diversi progetti di attentato e di numerose intimidazioni, va la piena solidarietà della redazione di
ANTIMAFIADuemila.