Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Mafia eventi Calabria Consiglieri Csm: ''Rafforzare procura Reggio''

Consiglieri Csm: ''Rafforzare procura Reggio''

E-mail Stampa PDF

csm-web.jpg

7 gennaio 2010
Roma.
È «urgente» il rafforzamento degli organici degli uffici giudiziari di Reggio Calabria. Lo sostengono i consiglieri del Csm in un Ordine del giorno che è stato presentato oggi e che sarà discusso la prossima settimana dal Plenum di Palazzo dei Marescialli.



Una presa di posizione che è legata al «vile attentato» compiuto il 3 gennaio scorso al Palazzo di Giustizia di Reggio Calabria. «La gravità dei messaggi mafiosi - sottolinea il testo, che è stato firmato da tutti i consiglieri, laici e togati - rende indispensabile una decisa reazione dello Stato e specificatamente del Csm, organo costituzionalmente posto a presidio dell'autonomia della magistratura e dell'indipendenza delle funzioni giurisdizionali». Nel documento si sottolinea che «l'immediato intervento del Capo dello Stato» dopo l'attentato del 3 gennaio scorso e «i primi commenti dei magistrati requirenti e delle forze dell'ordine dimostrano la serietà e la pericolosità» di quanto accaduto: un «forte segnale intimidatorio» da parte della Ndrangheta «in vista di delicati processi a carico della criminalità organizzata calabrese». I consiglieri fanno riferimento anche al ritrovamento di stamani di polvere pirica presso l'Aula bunker del Tribunale di Reggio; una circostanza che «nell'aggravare ulteriormente il clima di tensione e di allarme che il capoluogo calabrese sta affrontando, è sicuramente destinata ad imprimere maggiore urgenza e determinazione». Il Csm intende agire subito. Nel documento si parla, infatti, di una visita a Reggio delle Commissioni consiliari competenti per «verificare le implicazioni per l'azione giudiziaria di questa nuova situazione di pericolo e approntare gli strumenti più idonei affinchè la reazione istituzionale alla grave provocazione criminale sia la più efficace possibile». Ma Palazzo dei Marescialli intende intervenire da subito sulla carenza di magistrati negli uffici giudiziari di Reggio: «sin da ora - sottolinea infatti il documento - si rende necessario coprire in tempi brevissimi tutte le scoperture di organico degli uffici di Reggio Calabria, nonchè disporre urgentemente applicazioni extradistrettuali mirate a una migliore risposta di giustizia nel capoluogo di regione». Inoltre, secondo i consiglieri, «è opportuno segnalare urgentemente al ministro della Giustizia l'esigenza di un rafforzamento degli organici degli uffici giudiziari di Reggio che, da qualche tempo, soffrono particolarmente gli effetti del notevole aumento del crimine organizzato nel distretto».

ANSA