Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Mafia eventi Sicilia Anniversario omicidio Giovanni Spampinato

Anniversario omicidio Giovanni Spampinato

E-mail Stampa PDF

Image


di Marco Cappella - 27 ottobre 1972 / 27 ottobre 2011

Ragusa. Il 27 ottobre 1972 a Ragusa fu ucciso il giovane cronista Giovanni Spampinato. "Assassinato perché cercava la verità"  titolo' l'Ora il giornale per il quale scriveva. Roberto Campria si costituì autoaccusandosi.



L'autore del delitto, figlio del presidente del tribunale di Ragusa Saverio Campria, era stato denunciato per porto abusivo di armi ma "il fatto" rimase nascosto negli uffici dei carabinieri. Nel 2007 Alberto Spampinato, quirinalista dell'Ansa, ha raccontato la storia del fratello in un libro dal  titolo Vite Ribelli. Il libro narra gli eventi come un giallo "nel quale si conosce il killer, reo confesso, ma si dubita del movente che ha fornito". <<La mia ricostruzione  - afferma Alberto Spampinato - è minuziosa, accurata, analitica. Espongo i fatti. Descrivo la personalità di mio fratello, rievoco l'ambiente in cui viveva, i nostri sogni di ragazzi ventenni, il '68, le prime esperienze politiche>>. Ha poi aggiunto: <<Parlo degli ostacoli che Giovanni incontro'; delle diffidenze e delle incomprensioni che il suo lavoro suscitava, al punto che nemmeno i suoi amici e neppure noi familiari avevamo capito bene in quale pericoloso affare si  era buttato. Io spero che questo libro aiuti a far uscire dall'oblio la figura di Giovanni: un ragazzo che aveva scelto il giornalismo come lavoro e come terreno di impegno civile; un ragazzo di 25 anni ucciso barbaramente per farlo tacere, schiacciato come un fastidioso grillo parlante>>. I rischi che correva Giovanni - chiosa Spampinato -  sono gli stessi che corrono ancora adesso i giornalisti che lavorano in provincia quando si trovano di fronte a notizie scottanti.