Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Mafia eventi Sicilia Sequestrarono imprenditore, latitante arrestato a Gela

Sequestrarono imprenditore, latitante arrestato a Gela

E-mail Stampa PDF
30 settembre 2011
Caltanissetta.
La squadra mobile di Caltanissetta ha arrestato ieri, dopo sette mesi di irreperibilità, Pasquale Giannone, 49 anni, di Gela, accusato di avere partecipato nel '98 a Colonia, in Germania, al sequestro di un imprenditore di Niscemi (CL) che per la liberazione pagò un riscatto di 100 mila marchi. I cinque complici di Giannone furono arrestati lo scorso 22 novembre e tra questi Alessandro Emmanuello, 44 anni, detenuto in regime di 41 bis a Viterbo. La cattura è avvenuta su ordine del gip di Caltanissetta, Alessandra Giunta, e di Milano, Maria Cristina Mannocci, su richiesta delle Dda di Caltanissetta e e del capoluogo lombardo. Giannone, condannato in passato per associazione mafiosa, appartenente alla famiglia degli Emmanuello di Gela, viveva in Germania e tre giorni fa era arrivato a Gela per trascorrere un periodo di vacanza. Quando è stato arrestato stava bevendo un caffè in un bar. È stato possibile ricostruire tempi e modalità del sequestro anche grazie alla collaborazione di tre personaggi di spicco di Cosa nostra, i gelesi Nunzio Licata e Fortunato Ferracane, il niscemese Antonino Pitrolo e Giovanni Piscopo, di Vittoria (RG).

ANSA