Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Mafia eventi Sicilia Spatuzza riconosce uno 007: coinvolto nell'attentato a Borsellino

Spatuzza riconosce uno 007: coinvolto nell'attentato a Borsellino

E-mail Stampa PDF

borsellino-paolo-web12.jpg

27 ottobre 2010
Palermo.
Il funzionario dell'Aisi Lorenzo Narracci, indagato dai pm di Caltanissetta nell'ambito dell'inchiesta sulle stragi mafiose del '92, è stato...
   




...riconosciuto dal pentito Gaspare Spatuzza, durante una ricognizione, come «il soggetto estraneo a Cosa nostra visto nel garage mentre veniva imbottita di tritolo la Fiat 126 usata nell'attentato al giudice Paolo Borsellino».A Spatuzza sono stati mostrate più persone, tra cui il funzionario dei Servizi, simili di aspetto, dietro a un vetro. Il pentito non avrebbe avuto esitazioni. Narracci, ex funzionario del Sisde tuttora in servizio all'Agenzia per la sicurezza interna (Aisi), è indagato dalla procura di Caltanissetta nell'ambito dell'inchiesta sulla strage del '92 in via D' Amelio a Palermo in cui vennero fatti saltare in aria con un'autombomba il procuratore aggiunto Paolo Borsellino e cinque poliziotti di scorta. Il funzionario, dopo la notizia del suo coinvolgimento nell'inchiesta, è stato allontanato dal suo precedente incarico e destinato ad altri compiti all'interno dell'Aisi.

ANSA


Alla Dia sentiti anche Spatuzza e lo 007 Narracci

27 ottobre 2010
Palermo.
Dia blindata oggi a Caltanissetta dove si è tenuto il lungo interrogatorio di Massimo Ciancimino. Oltre al figlio dell'ex sindaco di Palermo, che da mesi racconta ai magistrati i retroscena sulla cosiddetta 'trattativà tra lo Stato e Cosa nostra, i magistrati della Dda nissena hanno sentito anche il pentito di mafia Gaspare Spatuzza, che ha rivelato novità sulla strage di via d'Amelio, e l'ex numero due dei servizi segreti a Palermo Lorenzo Narracci. L'agente segreto è indagato dalla Procura di Caltanissetta proprio nell'ambito dell'inchiesta sulle stragi del '92, come confermato nel luglio scorso dal presidente della commissione nazionale Antimafia Giuseppe Pisanu. Narracci è stato riconosciuto sia da Massimo Ciancimino, che lo indica come 'accompagnatorè del 'signor Francò che dal collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza. Quest'ultimo ha indicato Narracci come somigliante a una persona esterna a Cosa nostra e che avrebbe avuto contatti con i boss. Durante l'intensa giornata dei magistrati di Caltanissetta sono stati fatti anche dei riconoscimenti e delle ricognizioni fotografiche.

Adnkronos