Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Arresti Camorra: resistenza ai carabinieri, torna in carcere il boss redento

Camorra: resistenza ai carabinieri, torna in carcere il boss redento

E-mail Stampa PDF

carcere-web7.jpg

1° luglio 2011
Napoli.
Torna in carcere Mario Savio, detto «o' bellillo», boss redento dei Quartieri Spagnoli di Napoli, »ma mai pentito« come ha dichiarato...
   




...in una recente intervista in cui polemizzava con il cardinale Sepe per il suo diktat sui sacramenti ai camorristi. Condannato all'ergastolo, Savio, 57 anni, godeva della libertà per motivi di salute (è in attesa di trapianto) e nei suoi Quartieri Spagnoli stava lavorando a un progetto di utilità sociale per strappare i ragazzi dei vicoli di Napoli alla malavita attraverso corsi di recitazione e montaggio. Ma ieri sera i carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli lo hanno arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Savio era alla guida di una Fiat Panda quando gli è stato l'intimato l'alt per controlli. Alla vista dei carabinieri ha tentato la fuga, urtando la moto dei militari dell'Arma e inducendo uno di loro ad esplodere due colpi di pistola che hanno forato il pneumatico. I carabinieri lo hanno bloccato dopo un breve inseguimento. Durante le fasi del suo arresto, molte persone del luogo, nel tentativo di consentirgli la fuga, hanno aggredito a calci e pugni i militari e un maresciallo e quattro carabinieri sono stati medicati per lesioni guaribili in dieci giorni.

ANSA