Archivio Antimafia Duemila

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
NOTIZIE 2007/2011 Arresti Sfuggi' a blitz a novembre, arrestato imprenditore nel palermitano

Sfuggi' a blitz a novembre, arrestato imprenditore nel palermitano

E-mail Stampa PDF

aloisio-giovanni-web.jpg

26 gennaio 2011
Palermo.
Era sfuggito all'arresto durante un'operazione antimafia dello scorso 30 novembre coordinata dalla Dda di Caltanissetta, ma la sua breve latitanza...
     




...è terminata ieri sera a Casteldaccia, nel palermitano. È finito così in carcere Giovanni Aloisio, 45 anni, imprenditore accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Secondo la Procura nissena Aloisio avrebbe messo «in modo continuativo» a disposizione di esponenti di rilievo di Cosa nostra, come Angelo Schillaci, e in particolare della 'famiglia' di Caltanissetta, «la propria attività imprenditoriale, consentendo agli appartenenti all'associazione criminosa, di inserirsi nel settore delle forniture di bitume per l'esecuzione di lavori pubblici e privati e di lucrare parte degli utili generati dall'attività, ricevendone in cambio il supporto per l'affidamento di commesse nella provincia di Caltanissetta». Aloisio, titolare di un'impresa edile, avrebbe così ottenuto grazie a Cosa nostra «la garanzia dello svolgimento, anche autonomo, della sua attività imprenditoriale in condizioni di tranquillità e senza il timore di possibili ripercussioni negative per l'incolumità propria e dei beni aziendali», spiegano gli investigatori. L'impianto di Tremonzelli gestito proprio da Aloisio era stato sequestrato lo scorso 1 dicembre. Aloisio è stato trasferito nel carcere di Caltanissetta.

Adnkronos